Stappare una bottiglia di vino

 Sembra una banalità, e magari per molti lo è, ma è altrettanto vero che spesso si incontrano persone in grossa difficoltà al momento di aprire una bottiglia di vino. Vediamo allora qualche consiglio pratico su come maneggiare con destrezza una bottiglia di vino ed evitare brutte figure con i propri ospiti.Se hai prestato la dovuta cura verso le tue pregiate bottiglie di vino, come indicato nei suggerimenti per conservare il vino, non dovresti avere sgradite sorprese. In questo caso il tappo sarà umido il giusto, avrà mantenuto una buona elasticità ed espansione e non si sbriciolerà lasciando antipatiche tracce di sughero nel vino.

 

Inoltre con un tappo ben mantenuto si evitano i fastidiosi granellini che fuoriescono quando si affonda il “verme” del cavatappi. Mi raccomando, usa sempre dei buoni cavatappi. Sul mercato puoi trovarne di ottimi e a poco prezzo che ti permetteranno di avere un controllo perfetto su ogni manovra che andrai a fare. Prediligi i cavatappi dei sommelier, evita i cavatappi che hanno solo il verme senza appoggio e qualsiasi altro tipo di forma strana e poco funzionale: servono solo a fare scena e poi chi rischia di trovarsi in difficoltà sei tu.

 

 

 

 

Rimuovi la capsula di stagnola. Il coltello da sommelier è composto da un coltellino e una leva ad una estremità e un cavatappi dall’altra, tutti ripiegati nel manico. Con il coltellino fai un’incisione sulla capsula di stagnola appena sotto la baga (la nervatura in cima al collo della bottiglia) e rimuovi la capsula di stagnola.

La capsula deve essere sempre tagliata appena sotto la baga per evitare che entri in contatto con il vino durante la mescita. Il contatto infatti può cambiare il sapore del vino.

 

Inserisci il cavatappi nel tappo. Posiziona la punta del cavatappi al centro del tappo, affondalo leggermente e inizia a girare. Continua a girare il cavatappi, tenendolo il più dritto possibile, fino a quando non resta un giro solo. Se effettui la rotazione in modo corretto il tappo non tenderà ad aprirsi in due quando proverai ad estrarlo.

Non affondare troppo il cavatappi nel tappo, il verme non deve assolutamente fuoriuscire dall’altra parte del tappo o potrebbero disperdersi della polvere o peggio delle briciole di sughero nel vino. La chiave di tutto sta nel non maltrattare il sughero.

 

Inizia a estrarre il tappo. Abbassa il braccio della leva verso il collo della bottiglia, metti il primo set di dentellature in fondo al braccio della leva sulla baga della bottiglia, afferra saldamente la bottiglia per il collo e fai pressione sulla leva in modo che il tappo inizi a sollevarsi. Se necessario, usa il secondo set di dentellature sul braccio della leva per continuare ad estrarre il tappo.

 

Usa la mano che tiene la bottiglia per mantenere in posizione la leva ed evitare che scivoli. Anche in questo momento, la chiave di tutto sta nel mantenere cavatappi e tappo in verticale.

Se il tappo non cede, potresti non aver inserito il cavatappi abbastanza in profondità. Ricordati che deve restare un solo giro del verme prima di usare la leva.

Estrai il tappo. Tira l’impugnatura del cavatappi con decisione, il tappo dovrebbe uscire facilmente dalla bottiglia con un leggero “pop”.

 

Se il tappo non esce, inserisci il cavatappi ancora un pochino più in profondità, solleva il tappo usando il braccio della leva, e prova a tirare di nuovo l’impugnatura.

 

 

 

 

Et voilà, facile come bere un bicchiere … di ottimo vino!

Con un pò di abitudine e scaltrezza riuscirai a farlo con la nonchalance e disinvoltura di un sommelier esperto e fare un figurone con i tuoi ospiti!

Torna al negozio

Torna ai Consigli pratici